Il Raider e quella incolmabile voglia di globalizzazione

C’era un tempo in cui ragazzi al suono della campanella della ricreazione correvano dal paninaro per accaparrarsi la loro dose quotidiana di Raider. E in tv un tipo ancora più sfigato del tizio dell’Urrà, ci invitava a darci un taglio con la barretta biscottata ricoperta di cioccolato, canticchiando in degna compagnia un testo aulico tra ammiccamenti ai teen e doppi … Continua a leggere

Sabrina Salerno vs Samantha Fox, il ritorno della maggiorate anni ottanta

Samantha Fox e Sabrina Salerno sono tornate. Le due maggiorate che hanno fatto sognare milioni di brufolosi adolescenti negli anni ottanta sono tornate. Messa da parte la finta rivalità degil eighties, le stagionate cantanti propongono una cover di Call Me, successo di Blondie reso immortale da American Gigolo. Ecco il video:    

V-Visitors: quando gli alieni erano lucertoloni in sexy tutine rosse golosi di topolini

Per chi ha vissuto negli anni ottanta, la V non era per Vendetta, ma per Visitors! Questa popolare miniserie Tv approdò su Canale 5 nel 1984, diventanto presto un serial di culto. La storia, raccontanta in due miniserie e un serial di 19 puntate, narra di una razza di alieni antropomorfi che sbarca sulla Terra con intenzioni apparentemente pacifiche. Grazie a un intraprendente … Continua a leggere

Inutile illudersi, anche negli anni ottanta Sanremo faceva pena

Una volta qui era tutta campagna, sì. Ma da che ricordo Sanremo è sempre stata una noia mortale. Un tale guazzabuglio di canzonette orecchiabili e nazional popolari che anche i piccoli gioielli canori finivano col perdersi in mezzo alla mediocrità generalizzata del Festival. La memoria, si sa, fa brutti scherzi. Soprattutto a una certa età. Si fa presto ad abbandonarsi … Continua a leggere

Il Pranzo è Servito

Altra trasmissione cult degli anni ottanta, Il Pranzo è Servito condotto e ideato da Corrado Mantoni è andato in onda dall’82 al 93 su Canale 5 e poi su Retequattro. Alla conduzione si sono alternati Corrado, Claudio Lippi e Davide Mengacci. Il gioco a quiz consisteva nel rispondere a varie domande, girare una ruota con la classica musichetta d’accompagnamento e … Continua a leggere

Giochi senza frontiere, il programma cult degli anni settanta e ottanta

Giochi senza frontiere è stato un appuntamento imperdibile nelle estati a cavallo tra gli anni settanta e ottanta. Chi non ricorda la coppia di arbitri Guido Pancaldi e Gennaro Olivieri (più tardi sostituita da Dennis Pettiaux), il loro conto alla rovescia in francese seguito dal sibilo del fischietto, le scenografie imponenti dei giochi, il fil rouge? Chi non ha ricordi della … Continua a leggere

Gli schiacciapensieri, i videogiochi portatili degli anni ottanta

Clicca l’immagine per giocare a Octopus Prima del game boy, prima del game gear e della psp e del nintendo ds, i videogiochi portatili nella lista dei desideri di ogni ragazzino degli anni ottanta erano i Game&Watch della Nintendo. Più noti in Italia col nome di Schiacciapensieri (che però erano distribuiti da Polistil), i Game&Watch erano videogiochi LCD poco più … Continua a leggere

Enzo Braschi il mitico paninaro di drive in

Come non ricordare il mitico Enzo Braschi, autore di numerose macchiette comiche ispirate agli stereotipi degli anni ottanta. Creatore di slogan tormentone e promotore di linguaggi giovanili più o meno attinenti alla realtà, enzo braschi è stato uno dei comici di punta della fortunata trasmissione drive-in. Tra i vari personaggi interpretati, il più famoso resta sicuramente il paninaro (wild boys! … Continua a leggere

Tornano i beehive! Lunga vita ai beehive! Sì, ma chi sono i beehive?

Non accadde tutto in una notte, ma lentamente, giorno dopo giorno. Scomparvero i cavalieri del re, scomparve la castellina pasi di lady oscar, la viviani di heidi, il douglas meikin di jeeg robot… ne rimase una sola, l’inossidabile highlander cristina d’avena. un golpe silenzioso, fatto di acuti, gorgheggi, ammiccamenti alla camera e arricciate di naso. e fu così che a metà … Continua a leggere