Il Commodore 64

Questo spot riassume il pensiero della maggior parte degli early adopter di home computer negli anni ottanta… o quantomeno riassume la scusa per eccellenza usata per convincere i genitori: ma col commodore/spectrum posso anche studiarci.

Ricordo gli esercizi per far spostare lo sprite a mongolfiera da un lato all’altro dello schermo. Ricordo le prime riviste che contenevano lunghissimi listati da ricopiare e le interminabili ore a debuggare riga per riga (questo prima che in edicola cominciassero a comparire i primi giochi pirata della storia). E ricordo le infinite discussioni con l’altra parte della barricata, i possessori di sinclair spectrum. Il C64 è lento nei caricamenti, lo spectrum ha la tastiera del sapientino!

 

Maggiori info sui mitici home computer degli ottanta e una vagonata di emulatori gratuiti da scaricare, li trovate qui 😉
Il Commodore 64ultima modifica: 2009-08-31T10:23:50+00:00da iodissociato
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Il Commodore 64

  1. Ah, il mio Commodore… E’ il titolo di un mio vecchio post di un paio d’anni fa! Adesso l’apparecchio (pagato da mio padre quasi 600.000 lire!) riposa in una scatola sull’armadio, assieme a riviste di listati, come dici tu, e infinite cassette audio registrate e catalogate, piene di giochi “pirata”. Ok, .. ricordo… “press play on tape…” e poi: RUN!
    Fantastico!
    Ciao.
    Fox.

  2. Che nostalgia! E’ stato il mio primo computer, poi sono passato all’Amiga 1000 che in confronto era un portento.
    Purtroppo ero uno studente e li ho di volta in volta venduti per restare al passo coi tempi e raccimolare qualche soldino!

  3. Era il 1984 (ma Orwell non c’entra stavolta) e ricordo molto bene le ore spese in compagnia del mio mitico Commodore 64,ma visto che dovevo studiare per i mega esami abilitanti ben presto lo lasciai al suo destino, aspettando Windows.
    C.

I commenti sono chiusi.